• Samoa Americane
    .
  • Nuova Caledonia
    .
  • Vanuatu
    .
  • Sydney
    .
  • Australia
    .

INDONESIA: il confine tra Asia e Oceania

.
INDONESIA: il confine tra Asia e Oceania
Asia - Indonesia
Tipologia viaggio: Avventura
Periodo: agosto 2001
Vai alla galleria fotografica
Richiedi informazioni per questo viaggio

LUCA CIAFARDONI

Valutazioni - Bali, Lombok e Gili (Trawangan - Meno - Air)

 

BALI: se vai... ci torni; almeno così dicono
C L I C C A   Q U I

- Natura: nonostante sia una delle isole tropicali più visitate al mondo la natura è stata piuttosto rispettata - voto 7,5
- Spiagge: nessuna indimenticabile - voto 6,5
- Hotels: di tutti i tipi e qualcuno famoso nel mondo - voto 9
- Mare:
 buoni spot per il surf. Un amante della vita da spiaggia non deve venire a Bali - voto 6,5
- Paesaggi
: variegati e scenografici - voto 8  
- Anima
: contraddittoria; ci sono più templi che case. Il misticismo regna sovrano anche se il turismo ormai la fa da padrone - voto 9
- Da non
 perdere: le risaie, i templi e Ubud, il paese degli artisti - voto 8
Da perdere: la vita balneare; per questa bisogna andare a Lombok


LOMBOK: 
lo stretto di mare che la separa da Bali segna il limite geologico tra Asia e Oceania... infatti è un altro mondo!
C L I C C A   Q U I 

- Natura: il turismo non è molto diffuso quindi sia gli arenili che l'interno risultano piuttosto intatti - voto 8,5
- Spiagge: belle ma non tutte di facile balneazione - voto 8
- Hotels: un paio appartenenti a catene internazionali il resto comunque discreto - voto 7
- Mare:
 qualche placida laguna si alterna a tratti più ondosi - voto 8
- Paesaggi
: simile a Bali ma con 250.000 turisti in meno all'anno - voto 8,5  
- Anima
: meno mistica della gemella Bali - voto 7,5
- Da non
 perdere: le coste a nord di Sengiggi e le spiagge del sud - voto 8
Da perdere: -----


GILI (Trawangan - Meno - Air): cosa ci stanno a fare tre isole Maldiviane a largo di Lombok?
C L I C C A   Q U I 

- Natura: la siccità non favorisce la flora anche se sono presenti discreti palmizi - voto 7
- Spiagge: belle e balneabili - voto 8,5
- Hotels: sufficienti - voto 6,5
- Mare:
 specchi d'acqua cristallini dove fare bagni memorabili, snorkelling e immersioni tra coralli blu! - voto 9
- Paesaggi
: piuttosto monotoni con bei colori del mare - voto 7  
- Anima
: isole pressocchè disabitate con qualche piccolissimo villaggio - voto 6,5
- Da non
 perdere: mettere la testa sott'acqua perché è uno dei pochi posti al mondo dove si osservano i coralli blu - voto 8
Da perdere: -----

LUCA CIAFARDONI

Il confine tra Asia e Oceania - Bali, Lombok e Gili (Trawangan - Meno - Air)

 

L’Idonesia è l’arcipelago più vasto del pianeta e fare una selezione delle terre emerse che lo compengono è davvero arduo, quasi impossibile; per questo ho ritenuto opportuno nel primo e, a oggi, unico viaggio compiuto in questo luogo lontano recarmi nei territori probabilmente più famosi: Bali, Lombok, Gili Trawangan e Gili Meno.

Bali è una delle località più “dotte” e complete che ci siano in giro per il mondo; è l’isola di quei viaggiatori che non sono mai stanchi di imparare e apprendere da luoghi magici. Geograficamente appartiene alle piccole isole della Sonda ed è anche geologicamente il punto asiatico più a est; infatti lo stretto di Lombok che la separa da quest’ultima è così profondo che ha di fatto tagliato in due Oceania e Asia.

Qui non si viene per il mare è giusto sottolinearlo immediatamente; le sue spiagge, seppur discrete, spesso bagnano tratti di mari poco idonei alla balneazione, vuoi per le maree vuoi per la trasparenza dell’acqua spesso deficitaria.

Di contro quest’isola possiede scorci paesaggistici notevoli arricchiti da una popolazione colorata, gentile e mistica come poche altre al mondo. Sono presenti più templi che case; le offerte votive vengono effettuate in ogni luogo e a ogni monento della giornata. Anche la tetra ritualità di un funerale diventa uno spettacolo a cielo aperto. Le gare degli aquiloni per i Balinesi assumono la stessa importanza che gli europei ripongono nei campionati di calcio. Gli oggetti volanti possono assumere dimensioni a dir poco importanti (è vietato far volteggiare gli aquiloni a ridosso dell’aeroporto internazionale per pericolo di risucchio nei motori - anni fa, per poco non si verificava un disastro). L’interno di questa isola possiede le risaie più belle che si possano immaginare CLICCA QUI, terme incastonate in uno scenario naturale da film, cascate spettacolari, vulcani e templi di una bellezza struggente. Il primo tempio che mi viene in mente è il tanto famoso ed a volte vilipeso Tanah Lot. Nel sud dell’isola si trova questo edificio del sedicesimo secolo costruito in riva al mare con le onde che si infrangono alla sua base; la palese bellezza del sito raggiunge il culmine al tramonto CLICCA QUI. Un altro edificio sacro da visitare assolutamente è Ulu Watu costruito a strapiombo sul mare nella penisola di Bukit, nella parte meridionale dell'isola. Per accedere al tempio viene fatto indossare il Varong un pareo sacro; nel giardino adiacente si trova una numerosa comunità di dispettose scimmie niente affatto intimidite dalla presenza umana tanto che in questi anni si sono susseguiti furti di occhiali, zaini e macchine fotografiche ragion per cui è raccomandabile tenere tutto sotto controllo e non agitatarsi di fronte alla sfrontatezza dei primati nell’affrontare gli avventori del luogo. 

Nella penisola di Bukit, si incontrano le spiagge più belle dell’isola come la Ulu watu surf  beach, che si raggiunge attraverso diverse pericolose curve a gomito e qualche chilometro di strada non proprio accessibile. Una volta giunti di spiaggia "nemmeno l’ombra"; si tratta di un bellissimo sito, posizionato sotto una grotta con laguna scavate tra coralli e rocce affioranti, dove bagnarsi in santa pace osservando le evoluzioni dei surfisti che sfidano a largo. Un altro arenile che mi è davvero piaciuto è Padang Padang Bay. Appena arrivati su un ponte si osserva quasta spiaggia che finalmente possiede specchi di mare degni del tropico CLICCA QUI. Bisogna scendere una stradina che passa tra le rocce e già questo è divertente; arrivati a destinazione si incontrato tratti di spiaggia bianca bagnati da un’acqua trasparente e turchina, intervallati da massi che formano un dedalo di sentieri sabbiosi adatti a chi vuole stare solo a prender il sole. Delle signore Balinesi vendono magliette a pochissimi soldi e che cucinano toast squisiti, con l’apparecchio che qui da noi serve a fare le Neole fatte in casa. Poco più in là si incontra la famosa spiaggia dei Dreamland che già dal nome internazionale lascia intendere che sia frequentata da turisti più che da gente del posto. Anche qui ci troviamo davanti ad un bell’arenile che somiglia alla vicina Padang Padang. Da segnalare e vedere senza meno sono le due coste che confinano con la pista dell'aeroporto: Jimbaran con i suoi ristorantini e i tramonti mozzafiato e la famosissima Kuta che nel corso degli anni è notevolmete migliorata CLICCA QUI.

Nella zona est di questo territorio a sud di Bali c’è Nusa Dua la località con il clima più secco dove nelle ultime due decadi si è costruito ad uso e consumo del turismo internazionale. Sorgono hotels di lusso con annessi campi da golf, piscine, spiagge artificiali, cascate e lagune interne, spa, stanze con accesso diretto all'acqua; un rerort è talmente tanto grande che possiede vie, piazze e acquascivoli lunghi centinaia di metri. Sono da segnalare gli Sheraton, l’Hilton, il Grand Hyatt, il Nusa Dua Spa, il Club Med, il Melià solo per scriverne qualcuno. Le spiagge del posto sono tre; la centrale per volere del governo indonesiano è priva di costruzioni, le altre due possiedeono, appunto, alle loro spalle le strutture che ho appena descritto.

In giornata bisogna dirigersi ad Ubud, paese che rappresenta la Bali degli anni '60; c'è una numerosa presenza di artisti e gallerie il tutto contornato da risaie e foreste (da visitare la Monkey forest poco fuori il centro abitato).

Un detto indonesiano cita "le bellezze che non trovi a Bali le troverai a Lombok - quello che di bello possiede Lombok stenterai a vederlo a Bali".

A circa due ore di traghetto veloce si trova Lombok (in lingua locale peperoncino) isola che mi sento di consigliare a tutti coloro che vogliono abbinare la "cultura" di Bali alla vita da spiaggia. Sengiggi è il centro turistico nonchè l'inizio della costa che è susseguirsi di belle spiagge bianche e argentate. Una volta finiti gli arenili una baia è la base di partenza per le Gili tre isolotti (Trawangan - Meno - AIr) in perfetto stile maldiviano. Qui l'acqua è più azzurra e trasparente, gli arenili più chiari e il relax è il più totale vista l'assenza di veicoli a motore.

Lombok è da visitare in tutta la sua estensione (più o meno come quella della sorella Bali) al cui interno somiglia molto per la presenza di cascate, foreste rigogliose e risaie immacolate. Una giornata dedicatela interamente alla visita della parte meridionale: spiagge bianche, lagune, strade sterrate tra le palme e chilometri e chilometri di coste immacolate completamente deserte CLICCA QUI

counter
Galleria fotografica di INDONESIA: il confine tra Asia e Oceania
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - il tempio di Uluwatu)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - il tempio di Uluwatu) 1
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - il tempio di Uluwatu) 2
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - il tempio di Uluwatu) 3
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - Padang Bay)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - Padang Bay) 1
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - Sanur Bay)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - il tempio di Tanah Lot)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - le risaie)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - le risaie) 1
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - le risaie) 2
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - il tempio di Ulun Danu Batur)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok - la spiaggia di Sengiggi)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok - spiagge a nord di Sengiggi)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok - spiagge a nord di Sengiggi) 1
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok - spiagge a nord di Sengiggi) 2
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok - spiagge a nord di Sengiggi) 3
Foto di LUCA CIAFARDONI (Isole Gili)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Isole Gili) 1
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok - Mawun bay)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok - Mawun bay) 1
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok - costa meridionale) 1
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok - costa meridionale)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok - Kuta Bay)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Lombok - Kuta Bay) 1
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - Kuta bay)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Bali - Kuta bay) 1
Classifiche

Quando osservo un luogo sia esso una città, un'isola, una spiaggia, un paesaggio marino, un monumento (e così via) do molta importanza al "colpo d'occhio" derivante dalla ricettività e qualità alberghiera, stato dell'opera architettonica, colore e consistenza della sabbia, trasparenza dell'acqua, possibilità di effettuare perlustrazioni sottomarine, flora e fauna, affollamento, autenticità ecc. ecc..

Galleria fotografica
Foto di LUCA CIAFARDONI (Kaua'i - Honopu Beach - set di King Kong)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Upolu - Vava'u beach) 1
Foto di LUCA CIAFARDONI (Miami '93) 1
Ngardmau waterfall - Palau 3
Foto di LUCA CIAFARDONI (Perhentian Besar) 4
Foto di LUCA CIAFARDONI (Litchfield National Park) 1
Foto di LUCA CIAFARDONI (Isola dei Pini - l'Ilot Brosse)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Strasburgo) 2
Foto di LUCA CIAFARDONI (La Digue - Anse Cocos)
Foto di LUCA CIAFARDONI (Shanghai - Pudong) 1